RECUPERATI DIVERSI QUINTALI DI RIFIUTI PER TUTELARE LE ACQUE DEL LAGO

Brescia-Bergamo,  20/11/2017

Una  Giornata Ecologica dedicata alla pulizia dei fondali del Lago di Garda

   Impegnate 4 Associazioni ambientaliste nel porto di Rivoltella del Garda

Si è svolta  domenica  19 novembre a Rivoltella del Garda, frazione di Desenzano del Garda (BS), un’iniziativa dedicata alla pulizia del fondali del Lago di Garda.

Alla Giornata, organizzata dall’Associazione Talata Sub di Desenzano del Garda, con il patrocinio del comune di Desenzano,   hanno partecipato gli operatori del WWF  Bergamo-Brescia, della Sea Shepherd Dive Lombardia e dell’Associazione Airone Rosso. Soddisfazione per i risultati ottenuti nel corso della Giornata Ecologica è stata espressa dall’associazione Talata Sub Desenzano: “Questa volta abbiamo scelto il porto di Rivoltella perché,  pur essendo stato dragato due anni fa, tuttavia è una zona molto frequentata e quindi ci aspettavamo di trovare una notevole quantità di rifiuti. Nel complesso le aspettative sono state purtroppo confermate,  con particolare riferimento a rifiuti plastici di piccole dimensioni, difficili da vedere, ma pericolosi per l’ecosistema del nostro lago. Ovviamente il limo che giace sul fondo ci ha impedito di operare per molto tempo nel porto poiché al minimo movimento la visibilità diventava pari a zero, bisognava procedere a tentoni pertanto, in un secondo momento, ci siamo spostati nelle acque basse antistanti la passeggiata e l’ingresso del porto. Il supporto nautico della Lega Navale Italiana Brescia-Desenzano, che condivide da sempre i nostri obiettivi, ci ha notevolmente facilitato il lavoro e, soprattutto, ci ha permesso di operare in totale sicurezza grazie al monitoraggio in superficie del traffico nautico.” 

Sono stati recuperati durante la ricerca subacquea diversi quintali di rifiuti tra i quali gomme, ferri arrugginiti, bottiglie e lattine, plastiche di vario genere, rifiuti derivati da scarichi fognari, teli da barca e pezzi nautici.      Importante  la possibilità di fare rete tra le diverse Associazioni:  l’Associazione Talata Sub Desenzano che da diversi anni promuove oltre che iniziative per lo sport subacqueo anche la sensibilizzazione per la tutela del Lago di Garda, il WWF  Bergamo-Brescia, il cui gruppo di attivisti volontari bresciani  si è da  poco riorganizzato con  obiettivo  ben preciso  la tutela del lago di Garda a cominciare dal rispetto delle normative a salvaguardia delle acque e degli ecosistemi autoctoni, la Sea Shepherd Dive Lombardia, divisione subacquea dell’organizzazione internazionale impegnata nella salvaguardia degli oceani e delle acque interne perché …<l’Oceano inizia nel rubinetto di ciascuno di noi> … e anche  l’Associazione Airone Rosso, gestore del Monumento Naturale Oasi San Francesco che ha raccolto i rifiuti sparsi presenti nel canneto dell’area protetta, un ecosistema fondamentale per la salute del lago di Garda.

Un lavoro unitario che ha avuto uno scopo comune: ricordare a tutti che l’abbandono dei rifiuti è un atto incivile e intollerabile , ancor più quando avviene all’interno di un Habitat prezioso e importante come quello del Lago di Garda, elemento naturale preziosissimo per la Lombardia .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *